Razza partigiana - Storia di Giorgio Marincola

razza partigiana

Uno dei miei soliti tentativi di guardare in sintesi
Innalzarsi al di sopra degli eventi, e osservarli serenamente
(Giorgio Marincola, Montorio Romano, settembre 1942)

Il libro

Clicca qui per acquistare il libro on-line

La prima edizione di Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola (1923-1945) è uscita nell’ormai lontano maggio del 2008. Sanciva, allora, la conclusione di una ricerca durata più di tre anni e la cui scintilla era stato il suggerimento di Mario Fiorentini di indagare una figura così peculiare come quella di Giorgio. Una ricerca che abbiamo portato avanti in due in ogni sua fase, all’inizio per la necessità di dividerne i costi (avendo fallito invece nell’altra ricerca, quella delle risorse, ma questa è un’altra storia), ma successivamente rendendoci conto che poteva trattarsi di un metodo. E la pubblicazione, allora, sanciva anche la definizione di un’esperienza di ricerca storica, ancor prima che di storiografia, collettiva. Il libro fu anche il suggello del rapporto con la Iacobelli, una casa editrice indipendente e coraggiosa che con grande fiducia appoggiò i nostri tempi e le nostre scelte per la produzione della biografia. E ancora, segnò il primo passo di un lavoro transmediale multiautore che si è sviluppato sulle storie dei fratelli Giorgio ed Isabella Marincola e che include, oltre al nostro saggio, il reading che Wu Ming 2 ne ha tratto così come il romanzo meticcio sulla vita di Isabella scritto dal figlio Antar insieme allo stesso Wu Ming 2. Infine è stato l’innesco di attività didattiche e laboratoriali di grande intensità.
La nuova edizione è segnata in maniera evidente da questi elementi. È accresciuta infatti, oltre che dalla revisione di alcuni passaggi (soprattutto alla luce di una fonte che ci era sfuggita e che, in uno spirito di sano sviluppo della ricerca, uno studioso ci ha indicato), del CD del reading, delle considerazioni di Antar sui destini della famiglia Marincola e delle nostre, sulla nostra esperienza e sull’allargamento della nostra collettività storiografica.
Clicca qui per acquistare il libro on-line

login | Privacy